Articoli

La Regione Campania ha pubblicato il bando per il bonus a professionisti e lavoratori autonomi previsto dal piano per l’emergenza socio-economica. All’articolo 5 vengono individuati i destinatari: Possono presentare domanda i lavoratori autonomi, titolari di partita IVA attiva alla data del 23/02/2020, in possesso dei seguenti requisiti: iscrizione all’albo professionale ed alla relativa Cassa previdenziale privata ovvero, nel caso in cui l’Albo professionale non sia costituito, alla gestione separata INPS;inizio attività prima del 1/1/2020;sede/studio sul territorio regionale;non iscrizione ad altra forma di previdenza obbligatoria;fatturato dell’anno 2019 inferiore ad euro 35.000,00. Per “fatturato” del periodo si intendono i compensi professionali effettivamente percepiti secondo il principio di cassa al netto dei contributi obbligatori alla Cassa previdenziale e delle spese anticipate per conto del cliente/committente.Sono esclusi i titolari di pensione, i lavoratori dipendenti, i lavoratori autonomi che non esercitano attività professionali, iscritti alle sezioni speciali dell’Assicurazione generale obbligatoria dell’INPS (artigiani, commercianti, coloni, etc).…

Read more

La multa per aver erogato prestiti con obbligo di polizza. E’ possibile in questi casi chiedere la revoca della polizza e la restituzione della parte di premio non goduta, per i prestiti sottoscritti a far data dal 01 gennaio 2015. L’Autorità Garante del Mercato e della Concorrenza ha pubblicato nel bollettino 52/2019 il testo del provvedimento di irrogazione della sanzione alla Compass per pratiche commerciali scorrette. Di seguito gli estratti del provvedimento n. 28011 del 2019: Bollettino 52-2019

L’INPS con messaggio n. 1381 del 26.03.2020, “Interventi di semplificazione per l’accesso ai servizi web e per l’attribuzione dei PIN” ha dettato le semplificazioni per l’attribuzione del pin ai fini dell’accesso alle domande on line (digitali) da presentare a far data dal giorno 01.04.2020.

La Corte di Giustizia Europea con la sentenza dell’11 settembre 2019 ha stabilito che in caso di estinzione anticipata della cessione del quinto dello stipendio debbano essere restituiti al mutuatario tutti i costi non maturati. La sentenza è consultabile mediante download: CELEX_62018CJ0383_IT_TXTDownload  

Infostudio_del_20.03.2020_-_Le_misure_previste_dal_DL_Cura_Italia

Infostudio_del_13.03.2020_-_Covid-19_le_risposte_ai_quesiti_pi_frequenti

20/20